Proteste a Gorakpur – terra e acqua

Nel 2011/ 2012  le proteste contro la costruzione della centrale nucleare sono documentate e sostenute dal Delhi Solidarity Group, che produce un film  dal titolo “3 Miles to Gorakpur”.   Nel video viene sottolineato che

a) la gente sta bene e la terra è fertile, non c’è bisogno di ulteriore ‘progresso’

b) la regione è molto popolata: più di 25.000 persone nelle immediate vicinanze del sito

c) vi è solo un canale che attualmente serve per irrigare, dal quale si dovrebbe prelevare l’acqua per la centrale:  questo interferirà per quantità e per qualità (acqua in uscita dalla centrale è più calda)

 Una lunga intervista realizzata da Newsclick con un esperto,  D Raghunandan,  Direttore del Centre for Technology & Development (Society for Economic & Social Studies) di Delhi, aiuta gli ascoltatori a mettere a fuoco alcuni problemi: la dimensione del rischio, il problema dell’acqua (sia per la gestione ordinaria, sia – soprattutto – nel caso di emergenze), i costi crescenti, la mancanza di trasparenza nei processi decisionali, la non accessibilità dei documenti, la mancanza di considerazione per scelte alternative…